Quando ti metti al polso uno smartwatch devi essere consapevole che la tua vita non sarà più come quella di prima. Tutto sarà destinato a cambiare, in meglio ovviamente. Il tuo stile di vita, la qualità del tuo sonno, la tua alimentazione, le tue pulsazioni cardiache e i tuoi allenamenti saranno infatti oggetto di monitoraggio 24 ore su 24, permettendoti di capire dove intervenire per migliorare le tue abitudini e guadagnarne in salute. In più, utilizzare uno smartwatch oggi vuol dire avere al polso un accessorio fashion, grazie all’attenzione riservata dai brand all’aspetto estetico dei device.

Quest’estate il mio compagno di avventure si chiama FitBit Charge 2. L’ho scelto perché è un po’ come me. Ama cambiarsi d’abito spesso, grazie ai cinturini sostituibili che possono adattarsi ai colori delle mie scarpe, del mio abbigliamento e persino del mio smalto. Siamo entrambi vanitosi, nella vita di tutti i giorni e anche quando facciamo sport. Non a caso, ci piace vestirci bene durante l’allenamento. Io ho il mio guardaroba tecnico fornitissimo, FitBit Charge 2 mi segue a ruota indossando uno dei nuovi cinturini Sport in elastometro e con un design perforato, leggero e traspirante, pensati appositamente per chi utilizza il fitness tracker mentre si allena. I cinturini Sport, disponibili in nero, blu cobalto e rosso corallo, sono stati studiati infatti per garantire una maggiore traspirabilità, specialmente durante le torride giornate estive. Da quando l’ho provato, non me lo sono più tolta dal polso.

Ci ho corso. FitBit Charge 2 offre una serie di allenamenti impostati dedicati allo sport, tra cui la corsa. La funzione si può attivare grazie a un pulsante fisico, posizionato sul fianco del device, che va a integrare il display sensibile al tap e l’attivazione via gesture, ovvero ruotando il polso. Charge 2 si collega al GPS dello smartphone per ottenere dati più precisi sulle distanze, anche se il braccialetto può essere comunque utilizzato indipendentemente, e sul suo display vengono registrati e visualizzati in tempo reale il battito del cuore, l’andatura, la distanza percorsa, le calorie e il tempo. La resa migliore si ottiene durante gli allenamenti continuativi e i lunghi, mentre per le ripetute è meglio affidarsi anche a un cronometro, nonostante la funzione crono sia disponibile comunque separatamente sullo smartwatch. In questo caso, il nuovo cinturino sport si è dimostrato perfettamente funzionale, non facendo sudare il polso e non irritando la pelle. Inoltre, grazie alla modalità multi-sport, con FitBit Charge 2  è possibile tenere traccia di altre specifiche attività come bici, pesi e yoga, creando una lista degli esercizi svolti e un report dettagliato di quanto fatto sull’app Fitbit.

Ci ho dormito. Credo sia sempre utile tenere sotto controllo la qualità del proprio sonno. FitBit offre sui suoi device questo servizio, rilevando, sulla base delle variazioni del battito cardiaco le varie fasi del sonno: veglia, sonno Rem, sonno leggero e sonno profondo. Ne avevo già parlato qui. Ormai sono diventata un’esperta di qualità del sonno…

Ci ho vissuto. L’app di FitBit che ho scaricato sul telefonino offre tante funzioni. Ad esempio, quella di tenere sotto controllo l’introduzione di calorie durante la giornata con la specifica dei vari alimenti (esiste una lista di prodotti per marchio creata dagli utenti che può essere aggiornata), mettendole in rapporto con le calorie consumate. Un aiuto per essere sempre in forma.

Ci sono uscita insieme giorno e notte. Ebbene sì. FitBit Charge 2 ha superato anche la prova versatilità, adattandosi ai miei look giorno dopo giorno. Come? Semplicemente cambiando il colore del suo cinturino, con la stessa facilità con cui si cambiano una borsetta o un paio di scarpe. E’ il sogno di ogni donna che diventa realtà.

Fitbit Charge 2 è disponibile a partire da 159,99 euro; i cinturini Sport, venduti separatamente, sono disponibili al prezzo di 29,99 euro.

 

 

No Comments