Gear

Come raffreddare i “bollenti spiriti” con Ceramicool di Odlo

1 giugno 2017

Corsa e temperature elevate sono due concetti che non sempre vanno a braccetto. Più la colonnina di mercurio sale e più la corsa diventa uno sport difficile da praticare se non, in alcuni casi, addirittura poco salutare.

Soprattutto in periodi come questi, quando il nostro corpo si trova improvvisamente catapultato verso i 30° senza una fase di adattamento, è opportuno infatti prestare particolari attenzioni durante i nostri allenamenti.

In primo luogo, sarebbe buona cosa evitare gli orari più roventi, privilegiando quindi la mattina o la sera rispetto alla pausa pranzo, affidandosi al buon senso e al nostro livello di preparazione.

In seconda istanza, sarebbe opportuno reidratarsi durante l’allenamento, qualora questo superi l’ora e preveda un lungo chilometraggio. Se non avete occasione di incontrare fontanelle durante il percorso, potete optare per delle borracce da tenere legate in vita.

Inoltre, fondamentale è scegliere l’abbigliamento giusto. A differenza di quanto si possa credere, correre a torso nudo non è l’opzione migliore perché questo comporta livelli massimi di evaporazione e di dispersione energetica. La soluzione ideale è optare per capi tecnici, appositamente pensati per evitare l’eccessivo surriscaldamento che, nella maggior parte dei casi, offrono anche una protezione dai dannosi raggi UV.

Una soluzione che ho avuto modo di testare è la T-shirt seamless della linea Ceramicool di Odlo, pensata per permette al fisico di raggiungere le massime prestazioni anche in presenza di temperature elevate. Per non farmi mancare nulla, ho deciso di provarla ai Caraibi, dove il sole non scherza affatto, con una corsa sulla spiaggia.

Il primo beneficio che ho ottenuto è stato quello di un mantenimento della temperatura corporea costante. La particolarità di Ceramicool risiede infatti nella sua tecnologia di raffreddamento attivo. I test hanno dimostrato che Ceramicool raffredda la pelle fino a raggiungere una variazione di un grado Celsius. L’effetto viene ottenuto su tre livelli: il filato Ceramicool è ultrasottile ed è costituito da una speciale fibra che crea minuscoli canali d’aria favorendo il rilascio del calore generato dal corpo. A questo si aggiungono le particelle in ceramica integrate nel filato in modo permanente che, grazie alla loro elevata conduttività termica, favoriscono la dissipazione del calore. Nel loro insieme, questi fattori garantiscono una temperatura del corpo ottimale, anche in condizioni di caldo estremo, come appunto i 33° gradi di una giornata ai Caraibi con umidità del 90%.

In secondo luogo, la sensazione sulla pelle è stata di estrema morbidezza, nonostante l’irritazione dovuta al sale e alla sabbia. La T-shirt è infatti stata realizzata senza cuciture, in base alla tecnologia Seamless. Tutti noi sappiamo quanto il sudore e lo sfregamento durante la corsa possano causare irritazioni. In questo caso, l’inconveniente non è contemplato.

Infine, fondamentale è appunto l’effetto di protezione garantito dai raggi solari. I modelli Ceramicool Pro combinano il filato Ceramicool con tessuti mesh posizionati in modo intelligente e presentano un fattore UPF 25+. Nei modelli Ceramicool standard la tecnologia Ceramicool è utilizzata soltanto nelle aree sensibili del corpo, come ascelle, collo e schiena. In questo caso viene raggiunto un fattore UPF 20+.

Correre tutto l’anno è meraviglioso ma non dimentichiamoci mai di correre protetti.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply