Senza categoria

Cinque trucchi per correre al mattino

25 febbraio 2016

Siete allodole o civette? Preferite alzarvi la mattina presto o date il meglio di voi nel tardo pomeriggio? Personalmente, appartengo alla categoria dei tiratardi ma c’è una cosa, una sola cosa, che mi fa saltare in piedi la mattina al primo suono della sveglia: la corsa. Ormai ne ho fatto un’abitudine per esigenze lavorative ma mi ci è voluto del tempo per ingranare, considerando la mia indole da dormigliona. Come ho fatto? Qui vi svelo i miei piccoli trucchi per diventare una Mwp-Morning workout person.

1. Preparare i vestiti la sera prima. Perché perdere tempo a scegliere cosa mettersi la mattina, quando i minuti sono sempre contati? E’ mia buona abitudine controllare le previsioni del tempo per capire se pioverà o se ci sarà il sole e quanti gradi dovrò aspettarmi una volta varcato il rassicurante portone di casa. In base a questo, selezioni i vestiti più adatti, che sistemo insieme al gps, alle scarpe e a tutto quello che può servirmi per l’uscita. Così facendo, risparmio almeno dieci minuti di sonno. Provare per credere.

2. Trovare qualcuno che corra con me. Uscire da soli la mattina presto è psicologicamente più facile quando si ha al proprio fianco un compagno di allenamento e di chiacchiera. Ricordo che la scorsa estate faceva caldissimo, non dormivo la notte per l’afa e anche all’alba era una tortura andare a correre. Però, sapere che c’era un’amica ad aspettarmi, mi dava la forza allacciare le scarpette e il resto, non dico che fosse una passeggiata, ma quasi! La regola vale ancora di più quando i km da affrontare sono molti.

3. Mangiare un piccolo snack per risvegliare l’organismo. Visto che fare colazione e andare a correre subito dopo è altamente controindicato, il mio trucco è prendere un biscotto, dare un morso a una barretta o a un cioccolatino per far capire all’organismo che è ora di rimettersi in moto e affrontare la giornata.

4. Posizionare la sveglia lontano dal letto (magari sopra le scarpe da corsa). Dover uscire dalle coperte per spegnere il fastidioso allarme del telefonino, aiuta a muovere il primo passo. Il resto verrà da sé.

5. Pensare a quanto è bello il dopo. Correre la mattina dà un senso all’intera giornata, aiuta a fare il pieno di energie e a mettere in circolo le endorfine. Chi ben inizia, è già a metà dell’opera. Sarete orgogliosi di voi stessi!

Nella foto, il sorgere del sole nel Giardino delle Tuileries di Parigi, durante una delle mie corse mattutine

No Comments

    Leave a Reply