Senza categoria

Week end di corsa / 03 (New York arrivo)

7 dicembre 2015

Sto partendo per New York. Quattro giorni oltreoceano per lavoro.

Ho nove ore di volo davanti a me per non pensare più a nulla o per pensare solo a quanto ami questa città che si contende il podio nel mio cuore, subito dopo Milano e Parigi. Tanti ricordi legati ai miei viaggi, tanti amici conosciuti e ritrovati, i locali favoriti, i negozi dove torno ogni volta e i luoghi della corsa. La cara amica corsa che mi aiuta a esplorare i quartieri e ad assaporarne i profumi, sentendomi per un istante parte della comunità.

New York per me è la Maratona. Qui lo scrivo nero su bianco: prima o poi ti correrò, mia cara, e mi allenerò per tagliare il traguardo entro le 4 ore, costi quel che costi.

Per il momento, però, mi “accontento” di godere di un paio di allenamento mattutini sull’Hudson. Mi fa quasi impressione pensare a quanto ormai conosca bene il percorso che costeggia il fiume tra Manhattan e il New Jersey. Quando alloggio tra Soho, Tribeca e Downtown vado sempre lì a correre. Mentre, quando dormo Uptown, nessuno può togliermi un tour di Central Park.

Ma forse mi trovo più a mio agio lungo quel corso d’acqua, che quando c’è il sole brilla come l’Oceano e, quando piove o c’è la nebbia, a malapena lascia intravvedere la riva opposta con la scritta di Hoboken.

Mi piace circumnavigare i moli popolati dai gabbiani, guardare il campo da tennis comunale all’altezza di Tribeca, alzare gli occhi sulle finestre dello Standard nel Meatpacking, scegliere se restare sulla via pedonale o invadere la pista ciclabile, arrivare a quel punto cruciale che mi indica che è ora di tornare indietro.

Nella valigia ho messo le scarpette, il gps, i vestiti e l’iPod. Sono pronta. Un 10/12 k liberi da schemi e ripetute non me li toglie nessuno. Del resto, anche questo week end ho corso in maniera diligente. Sabato mi sono allenata su e giù da una collinetta erbosa in preparazione alla prossima campestre. Un sacco di fatica. Il mio servizio militare continua 🙂

Ma ecco i miei tips da runner su Nyc (che spero di aggiornare nei prossimi giorni):

1) Il negozio migliore della Nike è quello al Flatiron district. Sulla Fifth avenue troppi turisti, a Soho si trovano prevalentemente capsule di sportswear bellissime ma c’è poca scelta per il running. Il running shop del Flatiron è soprattutto consigliato per chi vuole fare il test della corsa e cambiare le scarpe.
Indirizzo: 156 5th Ave (at W 20th St), New York, NY 10003

2) Il negozio migliore della Asics è quello al Meatpacking. Anche qui fanno il test della corsa.
Indirizzo: 420 west 14th Street

3) Occasioni imperdibili da Century 21 downtown. Al quinto piano abbigliamento da running super scontato per donna, al secondo per uomo. Scansate le invasate/gli invasati e afferrate al volo le occasioni.

4) Sempre al Meatpacking hanno aperto un imperdibile Running store sulla 14th Street poco prima di Asics arrivando dall’Eight avenue. Il Super runners shop, nuova location del più storico negozio newyorkese dedicato alla corsa.
Indirizzo: 346 west 14th street 

5)  Correre lungo l’Hudson è meraviglioso. Provate a fare tutti i moli.

6) Central Park resta una certezza, soprattutto per chi vuole esercitarsi anche in salita e sognare di essere un finisher della Maratona.

7) Meravigliosa è la ciclabile sul ponte di Brooklyn per arrivare direttamente nel quartiere di Dumbo ed evocare una scena epica de “La febbre del sabato sera”.

No Comments

    Leave a Reply