Experience

Week end di corsa / 04 (Due medaglie e il Monga)

14 dicembre 2015

Venerdì pomeriggio sono tornata dal mio mini viaggio newyorkese, stordita dal jet lag ma carica dell’energia che regala sempre la Grande mela. Come mi ero prefissata, ho corso lungo l’Hudson (mi sono fatta un video impacciato a fine allenamento che lo testimonia) e mi sono lasciata cullare dalle meraviglie di Central park. Durante il tempo libero, però, ho preferito girare per Brooklyn, nell’ormai famosissimo quartiere hipster di Williamsburg, alla caccia di abiti vintage e di gioiellini da Catbird piuttosto che cercare nuovi spot per gli acquisti da running. Sono andata in pellegrinaggio solo alla Nike town, senza lasciarmi comunque tentare da folli spese pre-natalizie.

hudson

Archiviate presto le memorie di New York, il mio week end di corsa è partito in quarta venerdì sera con la cena di squadra natalizia della Canottieri Milano, durante la quale sono stata insignita di ben due medaglie. La prima come atleta rivelazione del 2015 e la seconda per il doppio personale sui 10k e nella mezza maratona. Diciamo che quest’anno ho vinto facile perché, nel primo caso, il merito va al mio essere una new entry e, nel secondo, al fatto che è più semplice migliorare quando si parte da performance scarse. Certo è che mai mi sarei aspettata di tornare a casa con due targette che riportano il mio nome. Tanto meno, mai mi sarei aspettata dei discorsi ad hoc preparati dal coach che, oltre a essere un grande allenatore, vanta anche inaspettate doti di scrittura e ironia. I suoi testi sono stati per tutti fantastici ma (sono di parte) il mio sulla moda lo è stato in particolare. 🙂 Un bravo va anche a Francesca che ha raccolto le foto delle gare di tutto l’anno e le ha proiettate durante la serata.

Sabato è stata la volta del consueto appuntamento sul Naviglio con ripetute brevi da 500 e da 1.000 e un 500+300 a tutta, tirata da Rosanna. I 500 a 4/km mi hanno distrutta e mi domando come Rosanna riesca a fare una gara da 10.000 a questa velocità. Gli atleti veloci mi sembrano degli alieni, così come la maggior parte dei presenti alle campestri.

sabato
E veniamo al tasto dolente. Domenica mattina ho partecipato alla seconda prova del Trofeo Monga a Treviglio. Ho corso da schifo, ne sono consapevole. E non ho digerito di essere arrivata tra gli ultimi seppur con condizioni climatiche ideali. E’ inutile che cerchi delle giustificazioni nel fuso orario o nel fatto che la sera prima sia uscita a cena e sia andata a dormire tardi. Devo tirare fuori un po’ più di grinta. Speriamo che le feste di Natale mi facciano bene e che la Befana mi porti una calza piena di carbone perché devo diventare decisamente più cattiva!

monga 3

No Comments

    Leave a Reply