Experience

Lierac Beauty Run, una gara vissuta con il cuore

9 giugno 2019

A volte le date e gli accadimenti devono essere esorcizzati. La vita va avanti e anche se quello che è successo ci ha segnato in maniera profonda e indelebile non dobbiamo lasciarci schiacciare dagli eventi perché ci sarà sempre un momento in cui torneremo a sorridere.

La Lierac Beauty Run dello scorso anno ha coinciso con il periodo più doloroso della mia vita, che ha lasciato un vuoto incolmabile in me e nella mia famiglia. Sabato sera ho fortemente voluto correre questa gara, nonostante fossi atterrata la mattina stessa da Shanghai, per dire a me stessa che bisogna guardare avanti. Perché il regalo più bello che abbiamo avuto è la vita stessa e quello che ci succede in questa vita fa parte di un disegno più grande, o di uno scarabocchio forse, che è stato tracciato per noi e al quale non possiamo opporci.

Il mio destino voleva che esorcizzassi la notte di un anno fa, riscoprendo il piacere di correre tra le strade più belle del centro di Milano una gara molto divertente, appassionante e aperta a tutte le donne e anche a un numero sempre più consistente di uomini.

La quarta edizione della run ha infatti raggiunto i 3531 iscritti, che si sono dati appuntamento all’Arena Civica Gianni Brera per la 10km, competitiva e non competitiva, e per la 5k. La manifestazione, promossa da RCS Sports & Events – RCS Active Team in collaborazione con il marchio beauty Lierac, ha visto salire sul podio Lisa Migliorini ( 37min 02sec), Emanuela Mazzei (37min 54sec) e Manuela Frizzo (40min 02sec) per le donne; Salvatore Gambino (31min 32sec), Claudio Marzorati (33min 44sec) ed Elia Kuhnreich (35min 29sec) per gli uomini.

Ma, accanto all’aspetto competitivo, la manifestazione ha messo in evidenza anche il suo impegno charity, attraverso il coinvolgimento di cinque onlus: Fondazione Umberto Veronesi, Dynamo Camp, Fondazione Francesca Rava, DiversityLab e Professional Women Network.

Un motivo nobile in più per partecipare a questa gara, diventato ormai un punto di riferimento nel calendario podistico milanese e un momento che avrà un valore simbolico speciale nella mia vita. Una vita che spero mi regalerà sempre il piacere di correre felice.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply