Experience

White Ultra Run, al via il nuovo progetto estremo di Ivana Di Martino

26 maggio 2017

Una corsa di 330 km in 90 ore, senza interruzione, sfidando la natura e i limiti della resistenza umana.

E’ questo il cuore del progetto che Ivana Di Martino, ultra runner non professionista ma soprattutto donna, madre e moglie, si prepara a intraprendere.

L’impresa da record, battezzata White Ultra Run, prenderà il via il 31 maggio da Chamonix per svilupparsi tra le vette dell’Alta Savoia, in Val d’Aosta.

Una prova diversa da quelle affrontate in passato dalla sportiva, costruita su una dinamica atletica senza precedenti, sorretta da un impegno impensabile sotto ogni profilo, un’impresa che nasce dalla semplice volontà di dimostrare, ancora una volta, che la passione e la resilienza possono far superare ogni limite.

Proprio resilienza è la parola chiave che caratterizza Ivana Di Martino in ogni sua impresa, è l’essenza che insegna a resistere, ad andare oltre e a superare ostacoli e difficoltà. È passione allo stato puro.

Voglio provare il limite della fatica, della sopportazione fisica per dire a me stessa e, soprattutto a tutte le donne, che si può fare ogni cosa” dichiara Ivana di Martino. “Lo sfondo della montagna è la cornice di un sogno: solo correndo in un paradiso posso affrontare questa impresa e vincere la sfida contro me stessa”.

Ivana non è nuova a imprese di questo tipo. La prima risale al 2013 con 21 volte Donna, altrettante mezze maratone in tutt’Italia, cui l’anno seguente si aggiunge Running for Kids per il Progetto Faro, percorso partito con una maratona da Lampedusa che scendeva di due chilometri ogni giorno su un arco di 21 giorni, passando per diversi centri di accoglienza.

Rexist Run, nel 2015, ha visto Ivana divorare 700 chilometri in 8 giorni, attraversando l’Italia settentrionale da ovest a est, da Ventimiglia a Muggia, cioè, idealmente, dal tramonto all’alba. Nel 2016 è la volta dei 909 km in 12 giorni da Milano a Bruxelles, valicando le Alpi con enormi dislivelli, per far arrivare un messaggio speciale di Banco Alimentare alla Commissione Europea.

Ivana è anche una mia compagna di squadra della Canottieri Milano, quindi vi invito a seguirla e a sostenerla durante la sua avventura. Forza Ivana!

 

No Comments

    Leave a Reply